Su momondo.it tanti consigli utili per come e quando effettuare un viaggio a Cuba risparmiando il più possibile, di seguito un piccolo estratto della pagina, cliccando qui puoi leggere l’articolo completo.

Come trovare voli low cost per Cuba

L’alta stagione a Cuba coincide con i mesi invernali, da novembre ad aprile. In questo periodo il clima ricorda quello dell’estate europea e i voli per Cuba costano di più, per poi diventare di nuovo economici tra maggio e giugno.

Quali compagnie aeree volano a Cuba?

Alitalia e Meridiana offrono voli di linea diretti dall’Italia: la prima propone un volo per Cuba diretto da Roma Fiumicino, mentre con Meridiana si vola da Milano Malpensa senza scali.

Qual è la durata dei voli per Cuba?

Un volo per Cuba dura più o meno 11 ore, qualunque sia l’aeroporto italiano di partenza o la destinazione da raggiungere nell’isola. Spesso, soprattutto in alta stagione o se cercate un volo low cost per Cuba, la soluzione più conveniente è un volo con scalo.

Destinazioni popolari a Cuba

Le tre principali città dell’isola rappresentano destinazioni invitanti grazie alle attrattive turistiche e d’interesse culturale che propongono al visitatore. La capitale L’Avana è particolarmente apprezzata per la vita notturna, Trinidad è stata classificata Patrimonio dell’Umanità UNESCO per le sue architetture coloniali, mentre Santiago de Cuba è la capitale cubana dei festival musicali.

Serve il passaporto/visto per visitare Cuba?

Per volare a Cuba è necessario presentare alla dogana il passaporto con validità residua superiore a sei mesi, unitamente al visto d’ingresso.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO  COMPLETO SULLE PAGINE DI MOMONDO.IT

 

Acquista su Amazon.it

 

Trova i voli più economici



Booking.com

12 Condivisioni

Soprattutto per noi italiani, da sempre il  “viaggio della vita” è l’America.

Dopo le ultime Presidenziali i viaggi verso il suolo Americano hanno fatto subire una battuta d’arresto, con i turisti italiani che si erano allineati a quelli degli altri paesi preferendo altre mete turistiche, successivamente il trend ha invertito le attese negative ed è stato di nuovo in crescita, recuperando il terreno perso

Secondo i nuovi indicatori economici, il turismo italiano in USA continua dunque a crescere, indicatori rivelati dall’analisi del WTTC (World Travel & Tourism Coucil)

L’America dunque si conferma una delle mete principali per gli italiani, anche nei mesi autunnali, con New York in cima come da tradizione alle destinazioni preferite.

Da sempre per visitare gli stati Uniti occorre preparare una serie di documenti,  per mettersi in regola con le norme previste per lo sbarco sul territorio statunitense bisogna, infatti, intraprendere un iter burocratico non da poco, proprio per questo bisogna organizzare il viaggio in netto anticipo



Il primo e importante documento da richiedere è il visto turistico, della durata massima di 90 giorni. Il visto va di pari passo con la autorizzazione elettronica ESTA, rilasciata a chi è in possesso di un passaporto con validità di almeno 6 mesi e di un biglietto di andata e ritorno per una meta americana.

Le agenzie turistiche egli  operatori del settore consigliano vivamente di tutelarsi contro i possibili imprevisti e incidenti che possono capitare dal punto di vista della salute.

Negli ultimi anni sono aumentate molto le sottoscrizioni di polizze sanitarie per i viaggi in America, che consentono sia di usufruire della migliore assicurazione sanitaria che di godere di altri vantaggi.

Si possono sfruttare i canali digitali  per sottoscrivere le polizze, diversi siti internet tra cui viaggisicuri.it  sito specializzato e dove si possono scoprire importanti informazioni sull’assicurazione sanitaria in America, come funziona e cosa garantisce.

L’America è dotato di un sistema sanitario privato e ogni prestazione ha un costo preciso e spesso molto elevato a per i turisti che incappano in qualche imprevisto e situazione sfortunata, per questo è coveniente stipulare una  polizza preventiva  a fronte di una piccola spesa fissa, infatti, il turista sarà assicurato nei casi in cui si rivela inevitabile il ricorso a una struttura sanitaria anche per radiografie ed esami, che quindi risulteranno “gratuiti”.

Con i documenti di espatrio necessari ed un’assicurazione sanitaria ci si può godere al meglio una vacanza a stelle e strisce.

 

 

 

0 Condivisioni

Importante appuntamento di Natale da non perdere a New York  è l’accensione dell’albero a Rockefeller Plaza:  molto suggestiva ed emozionante, l’accensione richiama comunque migliaia di persone.

Se avete in programma di assistere a l’accensione dell’albero, è necessario arrivare presto il 29 novembre per  assistere nelle prime file al Christmas Tree Lighting. La cerimonia inizierà dalle 19 alle 21, ma per riuscire ad assistere è necessario arrivare molto prima, nelle prime ore del pomeriggio.

Ci sono molte altre cose tipiche di questo periodo  che ci faranno vivere il periodo Natalizio nella Grande Mela indimenticabile.

I mercatini di Natale  in un holiday market di New York sanno unire l’intimità e la familiarità delle bancarelle alla qualità di prodotti arrivati da tutto il mondo, se riuscite andate a vedere le 125 bancarelle del Bank of America Winter Village a Bryant Park (30 ottobre-3 gennaio), all’Union Square Holiday Market (aperto, in genere, da fine novembre al 24 dicembre), al Columbus Circle Holiday Market nei pressi di Central Park (1-24 dicembre) se pensate che faccia troppo freddo potete fare i vostri acquisti natalizi in un’area al chiuso e riscaldata facendo un salto  sulla Grand Central Holiday Fair (16 novembre-24 dicembre).

Naturalmente una volta a New York non può mancare la classica pattinata sul ghiaccio o vedere un musical natalizio.

Per quanto riguarda i pattini da ghiaccio, le location più suggestive sono sicuramente The Rink” a Rockefeller Center (aperto da metà ottobre)  la pista al Bank of America Winter Village a Bryant Park, l’unica a ingresso gratuito (con possibilità di noleggio attrezzatura)  la Wollman Rink (aperto da metà ottobre) nel polmone verde della città, a Central Park.

New York è la patria dei musical,  due titoli prevalgono su tutti e assolutamente da non perdere: , The Nutcracker di George Balancine (“Lo schiaccianoci”) e lo strepitoso Radio City Christmas Spectacular.

Il primo, eseguito dalla New York City Ballet, è uno degli spettacoli per famiglie più amati e visti (la premiere è del 1954): sarà in scena dal 28 novembre al 3 dicembre; il secondo In scena al Radio City Music Hall dl 13 novembre al 3 gennaio.

Non può assolutamente mancare nei giorni Natalizi  il famoso shopping Newyorkese, Il quadrato di strade e avenues che circondano il Rockefeller Center offrono inoltre lo shopping più sfrenato e tipico dei Natali di New York. Da Macy’s (che si trova sulla 34ma strada e 6th avenue) a Bloomingdales, a Saks 5th Avenue e a tutti i negozi che sfilano su 5th Avenue.

Da non perdere durante il soggiorno natalizio a New York è il Tour delle luci:  un tour in autobus che si svolge la sera e permette di vedere gli scorci più belli della New York illuminata dalle luci di Natale.

 



Booking.com

 

9 Condivisioni